18 Apr 2020
INIEZIONI DI PRP - MOLTA PUBBLICITÀ, NESSUNA PROVA CONVINCENTE
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 18 Aprile 2020

Iniezioni di PRP: molta pubblicità, nessuna prova convincente

[N.d.r.: da parte nostra, fino a quando non emergeranno

prove convincenti che dimostreranno il contrario, questo è l'ultimo articolo sull'argomento. È improbabile che, a breve termine, ulteriori ricerche possano modificare i giudizi ormai consolidati.]


Le iniezioni di plasma arricchito di piastrine (PRP) sono pubblicizzate come una cura costosa per tutte le lesioni sportive. Le prove, tuttavia, sono costantemente negative.

Come molte persone che sono fisicamente attive, ho avuto la mia parte di infortuni sportivi, che sembrano verificarsi più frequentemente, e durano più a lungo, man mano che invecchio. Cercare di combattere l'inevitabilità dell'invecchiamento è un duro lavoro e, indipendentemente dall'attività, sembrano verificarsi piccoli infortuni. Le lesioni del tendine di Achille hanno afflitto la mia corsa. Uno strappo intercostale, dovuto all'allenamento con il bilanciere, ha interrotto il mio sonno per settimane. E quei gomiti da poco doloranti? Apparentemente ora sto contraendo una sorta di tendinopatia. Altri viaggi dal fisioterapista. gif prp gavuraLe iniezioni di PRP sono propagandate per trattare efficacemente le lesioni ai tendini e ai muscoli. I risultati non sono impressionanti.La medicina dello sport è probabilmente la peggiore area della medicina per la pseudoscienza ed è difficile, se non impossibile, trovare una clinica che ne sia priva. Un servizio che viene comunemente offerto, ed è apparentemente molto popolare, sono le iniezioni di "plasma arricchito di piastrine" o PRP. Il PRP è propagandato come trattamento efficace per lesioni muscoloscheletriche; le fiale del tuo sangue sono centrifugate e le piastrine sono nuovamente iniettate in te. Il PRP può essere costoso, ma funziona?

Che cos'è il PRP?

Le piastrine sono piccole cellule nel sangue che promuovono la coagulazione. Quando ti tagli e la ferita si coagula, le tue piastrine stanno funzionando. Senza piastrine sanguineresti mortalmente. Quando le piastrine raggiungono il sito di una lesione tissutale rilasciano segnali chimici e fattori di crescita per promuovere la riparazione delle cellule e la guarigione. Il plasma arricchito di piastrine è il plasma (il componente liquido del sangue) con una quantità concentrata di piastrine. Quando le fiale di sangue sono centrifugate, i globuli rossi, più densi, si separano. Esistono diversi metodi per estrarre e separare le piastrine, ma il prodotto finale conterrà una maggiore concentrazione di piastrine rispetto al normale. Questo composto è quindi iniettato nuovamente nella zona lesa. PRP è un termine generale e non esiste un prodotto standard, o un processo di lavorazione utilizzato in modo coerente dalle cliniche che lo offrono. Inoltre, come dimostrano le prove, non esiste un metodo che si sia chiaramente dimostrato più efficace di altri. La varietà dei processi produttivi complica la valutazione dei risultati. Come gli studi clinici sui rimedi erboristici, la mancanza di standardizzazione e coerenza, fa sì che gli studi possono essere complicati da "versioni" leggermente diverse di PRP.

Cosa ci dicono le prove?

Sorprendentemente, dopo il 2009, nessuno ha scritto su questo blog a proposito del PRP. (Non è straordinario che la SBM stia ancora andando forte 10 anni dopo?).

Val Jones notò allora:
senza alcuna chiara evidenza di benefici oltre il placebo, il plasma arricchito di piastrine (PRP) viene ora commercializzato in modo aggressivo come una cura per le lesioni sportive. E a circa $ 300 per iniezione (il NYT riporta $ 2000 / trattamento), ci sono molti soldi da fare.

Revisionò la letteratura e la trovò carente, rilevando la mancanza quasi totale di ricerca pubblicata sulle lesioni ai tendini, mentre trovò piccoli studi, in altre condizioni, che non erano convincenti. Quindi cosa è successo in dieci anni? Al fine di mantenere questo post sul blog ad una lunghezza ragionevole, citerò le prove delle recensioni più complete e attuali che ho trovato.

L'Alberta College of Family Physicians [N.d.r.: medici di famiglia dell'Alberta (CAN)] ha un'eccellente pubblicazione di Strumenti per la pratica che risponde in modo completo alle domande cliniche. Hanno recentemente pubblicato un riassunto delle prove del PRP per la tendinopatia dell’achilleo, per l’epicondilite laterale (gomito del tennista) e per la tendinopatia della cuffia dei rotatori (la causa più comune di dolore alla spalla). Hanno limitato la loro ricerca a studi randomizzati [N.d.r.: RCT], controllati con placebo, con risultati accertati rilevanti per il paziente.
Hanno notato:
tendinopatia cronica dell’achilleo: tre RCT che hanno confrontato il PRP con le iniezioni di soluzione fisiologica non hanno riscontrato differenze significative nel dolore, nella funzione, nel ritorno allo sport o nella soddisfazione del paziente dopo 6, 12 e 24 settimane.

Citano una meta-analisi che ha osservato:
l'iniezione di PRP assieme all'esercizio eccentrico non ha migliorato i punteggi VISA-A [N.d.r.: Victorian Institute of Sports Assessment–Achilles (VISA-A); è una scala del dolore], non ha ridotto lo spessore del tendine, o ha ridotto la vascolarizzazione al color Doppler, nei pazienti con tendinopatia cronica dell’achilleo rispetto all'iniezione di soluzione salina. Sono necessari studi randomizzati di maggiori dimensioni per confermare questi risultati, ma fino a quando non sarà stato dimostrato un chiaro beneficio a favore del nuovo trattamento, non possiamo raccomandarlo per un uso generale.

Epicondilite laterale cronica:
due studi RCT del PRP contro la soluzione salina non hanno trovato alcuna differenza a 12 o 24 settimane.

Tendinopatia della cuffia dei rotatori:
due RCT hanno confrontato il PRP con il plasma o il dry needling, senza trovare differenze nei punteggi di dolore o disabilità.

La revisione conclude:
le prove di migliore qualità non mostrano alcuna differenza nel dolore, nella funzione o nel ritorno allo sport tra plasma arricchito di piastrine, dry needling o soluzione salina per pazienti con tendinopatia dell’achilleo, epicondilite laterale o tendinopatia della cuffia dei rotatori.

Quando si tratta di riassunti della letteratura, vale la pena cercare più recensioni, per ridurre ulteriormente il rischio di parzialità. Fortunatamente esiste un riassunto Cochrane del 2014 del PRP (chiamato PRT, o platelet-rich therapy [terapia ricca di piastrine]) per le lesioni muscoloscheletriche inclusa una ricerca bibliografica fino al 2013.
Si nota che:
la qualità delle prove è molto bassa, in parte perché la maggior parte degli studi ha utilizzato metodi imperfetti che indicano che i loro risultati potrebbero non essere affidabili. Gli studi hanno anche utilizzato diversi modi per preparare e applicare il plasma arricchito di piastrine. Siamo stati in grado di riunire i dati [N.d.r.: in statistica pool dei dati] solo per i nostri esiti primari (funzione, dolore, eventi avversi) per un massimo di 11 studi e il 45% dei partecipanti.

E:
quando abbiamo unito i dati limitati disponibili per tutte queste condizioni, abbiamo trovato prove molto deboli (di qualità molto bassa) con un leggero beneficio del PRT nel dolore a breve termine (fino a tre mesi). Tuttavia, i dati aggregati non mostrano che il PRT faccia la differenza nella funzione a breve, medio o lungo periodo. Vi erano prove deboli che suggerivano che eventi avversi (danni) si sono verificati, a tassi comparabili e bassi, nelle persone trattate e non trattate con il PRT.

E hanno concluso:
nel complesso, e per le singole condizioni cliniche, attualmente non ci sono prove sufficienti per supportare l'uso del PRT nel trattamento delle lesioni muscoloscheletriche dei tessuti molli. I ricercatori che guardano con attenzione all’RCT, dovrebbero considerare la copertura delle sperimentazioni attualmente in corso quando valutano la necessità di futuri RCT per condizioni specifiche. È necessario standardizzare i metodi di preparazione del PRP.

Il PRP è sicuro?

È diffusa la convinzione che poiché il PRP è il tuo materiale cellulare, che ti viene restituito, non ci sono rischi per il trattamento. Accantonando i rischi di sterilizzazione e di infezione che sono insiti in qualunque iniezione, gli effetti collaterali del PRP tendono ad essere minori e comprendono dolore, sanguinamento, lividi e gonfiore. Tuttavia, all'inizio di quest'anno Health Canada ha pubblicato un documento di comportamento, rilevando i seguenti rischi con terapie cellulari autologhe (che includono trattamenti come le iniezioni di PRP):

Ad eccezione delle infezioni acquisite da donatori e delle risposte immunitarie anti-donatori, i prodotti di terapia cellulare autologa presentano i medesimi rischi per i pazienti delle loro controparti allogeniche, tra cui:

  • la potenziale introduzione di batteri o virus;
  • contaminazione incrociata tra pazienti, ad esempio se l'apparecchiatura non è adeguatamente sterilizzata;
  • rischi derivanti dalle attività di trattamento ed esposizione ai reagenti di trattamento; e
  • la stimolazione di reazioni immunitarie indesiderate, tessuto ectopico e/o formazione di tumori.

Da un punto di vista clinico, i prodotti di terapia cellulare hanno caratteristiche di assorbimento, distribuzione, metabolismo ed eliminazione uniche rispetto ad altri farmaci, e possono potenzialmente persistere nei pazienti per un periodo di tempo prolungato. Questa esposizione prolungata, relativa alla durata dell'esposizione rispetto alla maggior parte dei farmaci, comporta sia potenziali benefici, sia rischi a lungo termine. In effetti, numerosi eventi avversi gravi sono stati associati all'uso di terapie cellulari autologhe e sono necessarie strategie per mitigare questi rischi.

Ma sono infortunato! C'è qualcosa nel PRP che vale la pena di perseguire?

Nonostante l'entusiasmo e il marketing aggressivo, esistono pochi studi clinici ben controllati e rigorosi sul plasma arricchito di piastrine. Questi studi di alta qualità sono costantemente negativi. È possibile che la varietà delle pratiche di lavorazione e delle tecniche di somministrazione stiano confondendo gli studi clinici, e che ci sia qualcosa che vale davvero la pena di perseguire. Nessuna ricerca ha ancora dimostrato che sia così. Ma è molto più probabile che ciò che vediamo con il PRP siano semplicemente effetti placebo, le aspettative positive non specifiche avviate dagli operatori sanitari che ti stanno chiedendo una grande somma di denaro per un'iniezione (di cellule!), supportata dalle loro assicurazioni personali, testimonianze dei pazienti e lucida pubblicità. Fino a quando non ci saranno prove convincenti per dimostrare il contrario, ci sono poche ragioni per accettare il rischio del PRP, indipendentemente dalla lesione.

Scott Gavura

  Scott Gavura – 17 ottobre ‘19

 

Articoli correlati
PRP (plasma arricchito di piastrine) 


N.d.r.
Questo è un articolo pubblicato sul Journal of American Medical Association in data 25 febbraio 2020, del quale forniamo la traduzione del Sommario.
Anita Slomski. Platelet-Rich Plasma Doesn’t Facilitate Achilles Tendon Healing. JAMA. 2020;323(8):701. doi:10.1001/jama.2020.1006.

Il plasma arricchito di piastrine non facilita la guarigione del tendine d'Achille
Secondo uno studio condotto, pubblicato sul BMJ, il plasma arricchito di piastrine (PRP) non ha fornito alcun beneficio dopo la rottura acuta del tendine d'Achille. Il prodotto autologo del sangue, che fornisce un'alta concentrazione di piastrine, leucociti, fattori di crescita e citochine, è ampiamente utilizzato nello sport e nella medicina ortopedica.

Lo studio comprendeva 230 adulti di 19 ospedali del Regno Unito, con rottura acuta del tendine d'Achille che si era verificata nei 12 giorni precedenti e che era stata gestita senza chirurgia. I pazienti sono stati randomizzati [N.d.r.: scelti a caso] per ricevere un'iniezione di plasma arricchito di piastrine o un placebo (iniezione dry-needle); tutti i partecipanti hanno anche ricevuto cure riabilitative standard.

A 24 settimane, tra i 2 gruppi, non vi era alcuna differenza nella funzione muscolare del tendine, nella funzione riportata dal paziente, nel dolore, nel raggiungimento degli obiettivi o nella qualità della vita. Gli autori hanno avvertito che l'uso del plasma arricchito di piastrine nelle lesioni dei tessuti molli dovrebbe essere messo in discussione.



Tratto da:
https://sciencebasedmedicine.org/platelet-rich-plasma-prp-injections-lots-of-hype-no-convincing-evidence/


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.