06 Lug 2022
L’ALPHAFLY NEXT% DI NIKE È STATA APPENA RIDISEGNATA
Posted by Forrest Group Minerva
Creato: 06 Luglio 2022

L’AlphaFly Next% di Nike è stata appena ridisegnata

In che modo un marchio migliora la scarpa da maratona più veloce del mondo? La rende più adatta alla massa, non solo al meglio del meglio.

gif Alphafly Next 2 01La Nike Air Zoom Alphafly Next% 2 promette di funzionare sia per il corridore medio, sia per Eliud Kipchoge. (Foto: cortesia Nike)

In tutto il mondo, su qualsiasi linea di partenza della maratona, guarda i piedi dei corridori e troverai la Nike Air Zoom Alphafly Next% indossata dalla maggior parte di loro. Non dovrebbe sorprendere; dopotutto, questa era la scarpa calzata da Eliud Kipchoge quando ha completato la maratona con il tempo di 1h 59m nel 2019. Quale corridore non vorrebbe indossare le medesime scarpe che hanno contribuito alla maratona più veloce di sempre?

Tuttavia, mentre guardi il raduno verso la parte finale del gruppo le Alphafly iniziano a scomparire. Non è che questi corridori non siano in grado di sborsare $ 275, è perché l'Alphafly Next% è stata progettata esclusivamente pensando al corridore d'élite. La geometria aggressiva della scarpa, che favorisce l'avampiede e l'intersuola morbida e instabile, avvantaggia i corridori efficienti e lascia dietro di sé tutti gli altri.

Questo sta per cambiare. La scarpa da maratona più veloce del mondo ha ricevuto un aggiornamento completo per creare una scarpa che soddisferà la massa, non solo le élite come Kipchoge. Sono stato uno dei pochi a ottenere l'accesso anticipato alle nuove Nike Air Zoom Alphafly Next% 2 e, dopo aver trascorso alcune settimane a testare la nuova super scarpa, posso confermare che il marchio ha centrato il segno.

Nike Air Zoom Alphafly Next% 2. Specifiche
Prezzo consigliato: $ 275
Peso: da uomo, 8.8 once [N.d.r.: 250 g]; da donna, 7 once [N.d.r.: 200 g]
Offset: 8 mm [N.d.r.: differenza dell'altezza tallone-punta]

Le novità

  • Tre millimetri aggiuntivi nella larghezza del tallone e altri due millimetri nella larghezza dell'avampiede, per migliorare la stabilità.
  • Il tallone che è aumentato da quattro a otto millimetri, per accomodare maggiormente i corridori che impattano con il mesopiede e il tallone.
  • Una soletta sagomata e una larghezza aggiuntiva dell'intersuola sotto l'arco plantare, per un migliore supporto.
  • Una nuova suola più leggera per una maggiore trazione e durata.
  • L'aggiunta di un sottile strato ZoomX nell’intersuola sotto le capsule Zoom Air dell'avampiede, per transizioni più fluide.
  • Una tomaia rinnovata, che offre un blocco più sicuro, una maggiore traspirabilità e un comfort generale migliorato.
  • Un tallone più morbido per alleviare la pressione lungo il tendine d'Achille.
  • Imbottitura extra nella linguetta per migliorare il comfort quando i lacci sono stretti.

Cos’è rimasto

  • La schiuma ZoomX più leggera e resistente di Nike, per un'ammortizzazione e un ritorno di energia superiori.
  • Una lamina curva a tutta lunghezza in fibra di carbonio, per aggiungere rigidità e favorire gli stacchi.
  • Doppie capsule Zoom Air sull'avampiede che combinano aria pressurizzata e fibre strettamente tese, per maggiore ammortizzazione e rimbalzo.

gif Alphafly Next 2 02(Foto: cortesia Nike)
Ultime novità
Dal 2018, revisiono i prodotti per Outside e, sinceramente, ci vuole molto per emozionarmi per un paio di scarpe, in particolare gli aggiornamenti ai modelli esistenti. Tuttavia, dopo aver sentito dei miglioramenti apportati all'Alphafly Next% 2, non vedevo l'ora di testarla e vedere se il clamore fosse vero.

Una delle più grandi lamentele che ho sentito da corridori non d'élite sull'originale Alphafly Next% è stata la sensazione di sprofondare nel tallone, che riduceva l'energia di rullamento e in avanti della scarpa. Questo, combinato con l’intersuola super morbida, ha creato una sensazione traballante e instabile, specialmente per coloro che impattano con il retropiede e alcuni anche con il mesopiede.

Non appena ho calzato l'Alphafly Next% 2, ho potuto dire che era più ben piantata a terra e stabile. Non ho notato la medesima sensazione di affondamento dell'originale, grazie a due importanti aggiornamenti. Innanzitutto, lo spessore della suola sotto il tallone è raddoppiato da quattro a otto millimetri. In secondo luogo, la geometria dell'intersuola è stata modificata creando una base più ampia, sotto il tallone e il mesopiede, che avvolge ulteriormente i lati, racchiudendo meglio il piede.

Elliott Heath, product manager delle calzature di Nike Running, ha affermato che il ragionamento alla base dell'altezza più alta del tallone era quello di consentire ai corridori di diverso impatto del piede e falcata di sentirsi maggiormente a proprio agio. Heath ha affermato che anche i corridori più veloci ne trarranno benefici perché quando, durante le fasi di una maratona, iniziano a stancarsi, tendono a spostare l’impatto verso il tallone. A quel punto, il tallone più alto sosterrà meglio il piede e lo farà rotolare in avanti. Per coloro che impattano con il mesopiede o l'avampiede, l’aumento aggiuntivo era evidente, ma non in modo intrusivo. Con l'originale, se non avessi corso sull’avampiede, mi sarebbe sembrato di essere forzato sulla parte posteriore della scarpa. Il nuovo modello mi pare più fluido su tutti i passi di corsa.

gif Alphafly Next 2 04(Foto: cortesia Nike)Uno degli aggiornamenti più sottili, ma per me un punto di svolta, è stato il mesopiede più ampio. Sull'Alphafly originale, ho avuto seri problemi con la sezione centrale estremamente stretta, che ha lasciato l'arco del piede non supportato. Sotto l'arco, l'intersuola dell'Alphafly Next% 2 è meno tagliata e presenta un leggero profilo verso l'alto per il supporto. Mentre la nuova iterazione è più pesante di poco più di mezza oncia (al paio), il risultato è una sensazione significativamente più stabile, che persiste, mentre ho portato la scarpa attraverso vari ritmi.

Qualunque sia stata la velocità con la quale ho corso, l'Alphafly Next% 2 ha mostrato una cadenza regolare e ritmica, come se conoscesse il passo che volevo impostare, e si è bloccata su di esso. L'originale, al contrario, sembrava sconnessa quando sono passato dal morbido tallone ZoomX alla suola più solida sotto le capsule Zoom Air dell'avampiede.

Heath ha spiegato che la chiave per questa transizione più fluida è un nuovo materiale della suola, più sottile, più leggero e più resistente. Utilizzando una gomma più sottile, Heath e il suo team hanno potuto aggiungere uno strato di quattro millimetri di ZoomX sotto le capsule Zoom Air, risolvendo quella sensazione sconnessa che avevo provato. Come bonus, anche la nuova suola sembra aderire meglio alla strada.

Per avere un'idea migliore delle differenze tra la vecchia e la nuova versione, ho fatto alcune corse indossando l'originale Alphafly Next% sul mio piede destro e la nuova Alphafly Next% 2 su quello sinistro. Il contrasto tra le due era sorprendente. La nuova versione offriva una guida molto più fluida, soprattutto a velocità più basse. Ha fornito la medesima sensazione altamente ammortizzata, ma quando sono passato dal tallone alla punta, la nuova scarpa ha mostrato un flusso coeso che mancava all'originale. Le nuove versioni della tomaia e della soletta realizzate, si sono tradotte in una scarpa più comoda e più aderente.

Vale la pena ricordare che, mentre molti dei problemi di stabilità sono stati risolti con gli aggiornamenti, questa scarpa ha ancora un'altezza della suola molto alta. La sua capacità in curva è leggermente migliorata, ma personalmente, per gare fino alla mezza maratona, vorrei un modello da corsa più snello e agile.

Come allenatore, ho avuto la tendenza a non suggerire l'Alphafly ai corridori i cui tempi di maratona sono più lenti del loro standard di qualificazione, a Boston. Dopo aver testato l'Alphafly Next% 2, le cose cambieranno. Anche se dubito che tali corridori vedranno gli stessi guadagni di efficienza dei corridori d'élite, credo che la nuova versione soddisferà meglio il loro passo e l'ammortizzazione massima della scarpa ridurrà il martellamento delle gambe.
gif Alphafly Next 2 03(Foto: cortesia Nike)
Ho chiesto a Heath cosa Kipchoge pensasse dell'Alphafly Next% 2, che ha indossato alla Maratona di Toyko a marzo. "Questa è la strada da seguire", fu la succinta risposta di Kipchoge. Un'approvazione piuttosto forte probabilmente dal più grande corridore di distanza di tutti i tempi. Dopo aver testato la nuova scarpa, faccio eco all'affermazione di Kipchoge, con un'aggiunta: questa è la strada da seguire, non solo per le élite ma per tutti noi che vogliamo massimizzare le nostre prestazioni nella maratona.

Nike ha migliorato l'Alphafly? Sì, inequivocabilmente, soprattutto per il 99.99% dei corridori che non sono Eliud Kipchoge.

Cory Smith - Jun 15, 2022

[N.d.r.: qui trovi maggiori dettagli e giudizi sulle caratteristiche della scarpa.]

Articoli correlati
SCARPE DA CORSA 

  Non vendiamo il prodotto menzionato e non siamo pagati per indirizzarti a siti che lo vendono.  

 



Tratto da: https://www.outsideonline.com/health/running/gear/road-shoes/nike-alphafly-next-2-review/


Si declina qualunque responsabilità per la presenza di eventuali errori involontariamente introdotti nel testo nella traduzione o nella trascrizione. Si precisa inoltre che il contenuto dell'articolo non sostituisce in modo alcuno ciò che è divulgato nei libri ed in bibliografia e, nel medesimo tempo, non costituisce alcun riferimento tecnico, medico e scientifico.